Strike: l’edizione 2022 punta su crescita delle idee e slancio imprenditoriale

    Torna “Strike! Storie di giovani che cambiano le cose”, il contest promosso da Fondazione Franco Demarchi e Provincia autonoma di Trento per selezionare 10 storie di valore che abbiano per protagonisti giovani fra i 18 e i 35 anni nati, domiciliati o residenti in Trentino – Alto Adige, Lombardia e Veneto. L’edizione 2022 punta su crescita delle idee e slancio imprenditoriale, per accompagnare i giovani protagonisti anche con percorsi di mentoring e coaching personalizzati. I finalisti e le finaliste si sfideranno il 3 dicembre per aggiudicarsi uno dei tre premi da 1.000 euro e quello del pubblico da 500 euro. Candidature entro domenica 9 ottobre.

    Volontariato, associazionismo, progetti culturali, ma anche idee imprenditoriali e legate alla crescita personale e alla valorizzazione del territorio: sono davvero tante le storie passate dal 2016 sul palco di Strike, il contest promosso da Fondazione Franco Demarchi e Provincia autonoma di Trento per selezionare esperienze che abbiano per protagonisti giovani dai 18 ai 35 anni di età.
    Il bando 2022, lanciato oggi, si rivolge a ragazzi e ragazze nati, domiciliati o residenti in Trentino – Alto Adige, Lombardia e Veneto. L’obiettivo è quello di far emergere storie che possano essere di ispirazione per altri giovani, riferimenti vicini e accessibili per chi, ad esempio, ha concluso il proprio percorso di studi e deve decidere del proprio futuro. Strike cerca storie legate all’impresa e all’autonomia personale, alla cultura e al volontariato, allo sport, alla tutela dell’ambiente e all’inclusione delle fragilità.
    Storie che abbiano un valore per chi le ha vissute, ma anche per le comunità e i territori: il vero “striker” è colui o colei che decide di mettersi in gioco, che accetta la sfida del cambiamento, anche assumendosi il rischio di fallire. La capacità di risollevarsi dopo una caduta e di reagire a situazioni di svantaggio è anzi un valore aggiunto nelle storie selezionate dal bando.
    Si può partecipare al contest singolarmente o in gruppo, purché la maggioranza dei componenti rispetti i criteri anagrafici e di nascita, domicilio o residenza. Fra tutte le candidature presentate, verranno selezionate le 10 storie finaliste. Tutti gli striker e le striker potranno inoltre partecipare a un laboratorio sullo storytelling in preparazione del pitch che dovranno affrontare durante la finale del 3 dicembre.
    In palio, come gli scorsi anni, un riconoscimento di 1.000 euro ciascuna per le storie prime tre classificate e un premio del pubblico da 500 euro. I vincitori e le vincitrici potranno utilizzare il premio per il proprio progetto, oppure per un percorso di coaching mirato alla crescita del proprio progetto.
    Partecipare a Strike è semplice e gratuito: bisogna registrare un breve video (max 5 minuti) in cui si racconta il proprio strike e compilare il form, avendo cura di caricare tutta la documentazione richiesta.
    Per candidare la propria storia a Strike, c’è tempo fino alle ore 12.00 di domenica 9 ottobre 2022.

    Federico Samaden, presidente di Fondazione Franco Demarchi: «Strike! è un progetto strategico per la mission della nostra Fondazione, perché ci dà l’opportunità di ascoltare senza filtri la voce e il vissuto dei giovani, in particolar modo di chi è, o ha le potenzialità per esserlo, cellula attiva delle reti delle nostre comunità educanti».

    Mirko Bisesti, assessore all’istruzione, università e cultura della Provincia autonoma di Trento: «Ogni storia, ogni esperienza personale racchiude un valore non solo per chi l’ha vissuta, ma anche per tutti coloro che ne possono trarre esempio e ispirazione. Per questo, è così importante il lavoro di Strike, che da 7 anni seleziona storie di valore che hanno per protagoniste ragazzi e ragazze fra i 18 e i 35 anni. Un impegno, ricordo, che va ben oltre i confini del Trentino, perché abbraccia le province e le regioni limitrofe».

    “Strike! Storie di giovani che cambiano le cose” è un progetto di Fondazione Franco Demarchi e Servizio attività e produzione culturale della Provincia autonoma di Trento, realizzato da Mercurio Società Cooperativa, in collaborazione con Cooperativa Sociale Smart e Fondazione Antonio Megalizzi. Con il sostegno di ITAS Mutua (main sponsor), Vector Società Benefit, LDV20, Favini. E con la partecipazione di Loison Pasticceri dal 1938 e Joydis.